2Picture

2Picture MediA NEWS

16
Ott

Aprono le Porte ad "Oltre la via della Seta" in Villa Farsetti

Posted on in News
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 703

E’ impossibile raccontarvi le vicissitudini attraverso quali la nostra agenzia è riuscita ad essere (quasi) puntuale col suo stand all’inaugurazione di Villa Farsetti in Santa Maria di Sala per la mostra di artisti in contemporanea “Oltre la via della seta".
Avevamo già anticipato l’evento su altri due articoli che potete leggere qui:
http://www.2picture.me/it/blog-news/beyond-the-silk-road-contemporary-art-personals
http://www.2picture.me/it/blog-news/2picture-media-goes-to-villa-farsetti-beyond-the-silk-road
Vi parlerò soltanto dell’inaugurazione alla quale ho avuto il grande onore ed estremo piacere di aver partecipato personalmente sabato 12 Ottobre 2019 . L’evento, ideato e organizzato dallo scultore Trevigiano, Luciano Longo ha visto piu’ di 40 artisti esporre le proprie opere in appositi ambienti che compongono il prestigioso edificio.

UN LUOGO STORICO

Villa Farsetti è un insieme di immobili situati nel Comune di Santa Maria di Sala. Gli edifici sono stati resi fruibili al pubblico mantenendo le architetture originali. Ora ospita una sorta di centro polifunzionale con uffici, botteghe e laboratori di vario genere. L'origine di questa villa risale ancor prima del 1200, in cui dai vecchi e autentici documenti apparteneva alla famiglia patrizia di Padova, i Sala. Verso la metà del 1700, il vecchio palazzo venne demolito e l'abate Filippo Farsetti vi realizzò la sua villa, costruendo giardini, labirinti, cedraie, serre, boschetti e l'orto botanico. Un’ autentica piccola oasi di verde che sabato 12 ottobre è stata gratificata dalla notevole presenza di pubblico intervenuto alla manifestazione.

AI GIORNI NOSTRI

Il prestigioso edificio centrale che era la residenza padronale con le sue innumerevoli stanze è teatro di “personali di arte in contemporanea”, cioè ogni artista con uno spazio a sua disposizione dove esporre le sue opere. I vani, allestiti appositamente attraverso la competenza, dedizione e fatica di Tomaso Longo che con "Calmaggiore Studio" e Nicolò Longo, figli dello scultore, hanno consentito agli artisti partecipanti a questo prestigioso evento di presentare i frutti del loro lavoro al pubblico in maniera davvero sontuosa. Gli artisti presenti sono di molteplici nazionalità. Notevole anche la presenza di artisti locali. Alcuni che non hanno potuto presenziare di persona hanno inviato le proprie opere, tra cui l'artista russa Liouba Roschyna (Luba) che ha affidato la messa in opera dell'esposizione alle esperte e indaffaratissime mani di 2Picture Media. Ognuno ha le sue vicissitudini, sembrerebbe. Liouba ha conosciuto Patrick mentre si trovava in Africa intento a realizzare un documentario nell arcipelago di Songo Songo (Sud Tanzania) di cui verrà mostrato uno spoiler allo stand di "Picture Media. Inutile dirvi le traversie attraverso quali la giovane pittrice iperrealista sia dovuta passare nel tentativo di essere presente, per ora sono arrivati a noi i suoi dipinti, un giorno chissà.  Nel Frattempo Luba dopo aver passato diversi anni a Zanzibar (luogo che ha ispirato molte delle sue recenti opere) continua a passare il suo tempo nel grande continente africano ed ora si trova in Kenya a Nairobi.  


Tutti gli artisti presenti hanno la loro avventura personale da raccontare. E narrano le loro storie attraverso i molteplici elementi sui quali hanno voluto tracciare il segno tangibile del loro pensiero e delle loro emozioni. Chi ce l’ha fatta ad essere qui seppur proveniente da molto lontano è invece il pittore Egiziano Gamal Meleka, lo stesso creatore del simposio di Sharm El Sheik che espone le sue enormi tele con vibrante orgoglio. Questo perchè tutti gli artisti hanno la loro avventura personale da raccontare. E narrano le loro storie attraverso i molteplici elementi sui quali hanno voluto tracciare il segno tangibile del loro pensiero e delle loro emozioni: le loro opere. Continuando a camminare rapiti, attraversiamo ogni singolo ambiente passando da un iperrealismo plateale ad un surrealismo di altri tempi fino a giungere ad un puro astrattismo monocromatico. Presenti anche molte bellissime sculture che contribuiscono a rendere l'enorme e abitualmente disabitato ambiente ancora più surreale.

3 LIVELLI DI ASSOLUTA BELLEZZA

Ampie scalinate ci portano oltre il luminoso salone dove sono esposte le opere di Luciano Longo, il Deus ex machina dell'evento. Le sculture fanno parte della collezione Anguaneide che ha abbinato le opere di Luciano ai versi ponderati dello stimato scrittore Trevigiano Lucio Carraro. Attraversiamo il maestoso salone di forma ovale che ospita anche le opere di Luciano Buso. L’artista nato a Treviso, condivide oltre al nome e alla passione per l’arte anche una durevole amicizia e frequentazione con lo scultore del quale è stato compagno di Liceo e studente di corso all’Accademia delle Belle Arti a Venezia. Le sue opere aggiungono realismo all’intero ambiente e sembrano quasi spandere fragranze alimentari tutto intorno. Completamente rapiti dalla bellezza che ci circonda,  passiamo accanto alle figure dalle esagerate forme dell'artista Franco Fonzo. Anche lui, come Luciano, originario di Treviso dove vive e lavora. Un artista già conosciuto da 2Picture che aveva visto alcune sue opere alla Fiera di arte moderna e Contemporanea presso l’ente fiera di Longarone (BL) all’annuale "Arte in Fiera Dolomiti".

Le sculture che condividono lo stesso piano espositivo degli altri artisti appena menzionati  ci guidano ideologicamente attraverso gli ulteriori due piani attraverso i quali si snoda la mostra il cui percorso è sottolineato dalla presenza di un installazione artistica dell'artista Veneziana Luciana Zabarella costituita da un insieme di fili rossi sinuosamente disposti quasi a guisa di post-moderno filo di Arianna. I nostri occhi si perdono nel vano tentativo di decifrare il messaggio del vissuto che si cela dietro ogni singola opera, alcune delle quali veramente di impatto, specialmente messe in risalto dalla bianca nudità del leggero intonaco sulle pareti. La bellezza è negli occhi di chi guarda ma non tutti la sanno percepire e qui entra in gioco l’atmosfera magica di Villa Farsetti. Da annotare anche la presenza dell’artista Turco Nejdet Vergili proveniente da Istanbul, presente nonostante il difficile periodo storico attuale con le sue opere dai colori tenui.

La manifestazione è stata ufficialmente inaugurata dalla Professoressa Lidia Mazzetto, un tempo vice sindaco di Noale che ha tenuto un elegante discorso di benvenuto nel salone principale di fronte ad un folto pubblico. Era inoltre presente l’Assessore alla Cultura di Santa Maria di Sala Luca Morosin a confermare ulteriormente l’importanza di questo evento dal punto di vista socio-culturale. La folla eterogenea composta da persone di varie estrazioni sociali ed età disparate ha anche apprezzato il generoso buffet composto da prodotti gourmet selezionati dallo Chef Giuseppe Agostini. L’apprezzato ristoratore locale, con il suo efficientissimo staff ha anche provveduto al catering durante l’inaugurazione. Un ringraziamento speciale va alla Cantina "Ponte" che ha provveduto con il suo Prosecco ad allietare ulteriormente il già festoso ambiente.

GLI ULTIMI SARANNNO I PRIMI

E terminando questo sorprendente viaggio attraverso stanze senza porte con pareti adorne di quadri, installazioni e sculture mi chiedevo che fine avesse fatto il progetto di 2Picture Media. Proprio a causa delle vicissitudini menzionate prima, avevo lasciato Patrick a badare a sé stesso tra martelli chiodi cavi e catenelle, mentre tutti gli altri artisti intorno a lui erano allo stesso modo molto indaffarati. C’ero quasi, stavo giungendo alla fine del mio viaggio fra le arti sino al suo stand situato nel vano che di fatto conclude il percorso fisico dell’intera esposizione pervaso da un leggero moto di perplessità. Ma invece... meraviglia! Le sue foto narrano sia delle assolute bellezze che delle deprecabili brutture del mondo. Si lasciano ammirare perfettamente E inoltre prima che la mostra Oltre la via della Seta situata a Villa Farsetti sino al 02 Novembre 2019 arrivi ad inevitabile conclusione, nello stand di 2Picture Media avrà luogo (tempo permettendo) un esperimento socio-visuale a  della propria installazione artisitica, dal titolo: “B Part of Art”.

 

2PICTURE MEDIA: UNO SGUARDO A "OLTRE LA VIA DELLA SETA"

SCARICA LA PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA: PRESENTAZIONE OLTRE LA VIA DELLA SETA

TANTARTE: https://www.tantarte.org/

LUCIANO LONGO: http://www.lucianolongo.it/

Eccovi qualche scatto dall' inaugurazione ufficiale.  Per saperne di piu' continuate a seguire il nostro BLOG o la nostra pagina FACEBOOK : http://www.facebook.com/2picture

Rate this blog entry:
3