2Picture

2Picture MediA NEWS

13
Apr

A Roma una notte DOC

Posted on in News
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 363

Inutile negarlo, da quando ho smesso di lavorare nei locali notturni ricoprendo quasi tutti i ruoli esistenti in quell’ambito durante la mia ventennale carriera, i miei fine settimana sono diventati abbastanza noiosi e alquanto istituzionali. Non vado certo a letto presto come David "Noodles" Aaronson (De Niro in Once Upon a Time in America), ma le mie occasioni di incontrare delle persone "fuori dagli schemi" si sono mano a mano diradate.

"Vecchi Amici"

Quindi, quando un grande amico ed ex collega di lavoro "Fabio DOC Morison" mi invita personalmente alle sue serate non posso assolutamente esimermi dal voler presenziare e godermi la festa semplicemente come cliente, finalmente libero da ogni costrizione di carattere lavorativo. Questi suoi inviti inoltre mi regalano anche il grande piacere di rivedere Eolo, storico promoter della Movida Romana con il quale, negli anni 90 , ho condiviso tanto lavoro e molte passioni e che insieme al DOC ha recentemente prodotto dei "parties" per contribuire al lancio della neonata Associazione Culturale T.A.G. ovvero T.A.G. o Tevere Art Gallery.

Sic transit gloria mundi

Perciò, avendo ricevuto l’SmS da parte di Fabio dove mi confermava la sua disponibilità nell’accogliere me e il mio caro amico Londinese, il fotografo "Patrick Smith" di 2picture.me al loro secondo e apparentemente ultimo happening presso la Tevere Art Gallery, ho colto l’occasione per "auto contestualizzarmi" come relatore fotografico di quella che non avevo dubbi sarebbe stata una splendida serata. Devo ammettere che un po' mi manca non avere più un ruolo lavorativo specialmente quando si tratta di situazioni speciali come questa, ma "sic transit gloria mundi", constatato che adesso nei locali il cliente medio ha la metà dei miei anni. Ma non nelle serate organizzate in tandem da DOC ed Eolo dove lo spirito "old school" ha la prevalenza per quanto riguarda il pubblico presente, anche se corroborato sempre da un discreto numero di giovani leve soprattutto grazie al mestiere e al gusto musicale proposto e sempre attualizzato da queste due vecchie volpi.

Storie al Vinile

L’ospite musicale della serata era il D.J. Pescarese Claudio Di Rocco (ex Titilla del Cocoricò, Folie de Pigalle e Mazoom) ha avuto vita facile una volta salito in console nel far fibrillare una pista già resa calda dalla sapiente arguzia dei suoi anfitrioni. L’apertura della serata era stata già affidata al sempre immenso e inarrivabile DJ Flavio Rago, altra colonna storica di questo movimento nato nella Capitale agli inizi degli anni 90 e forse troppo riduttivamente e soventemente semplificato col termine “Movida”.  La presenza di ben due "macchine fotografiche" non ha fatto altro che acuire la curiosità e la voglia di apparire di parecchi avventori già rimasti piacevolmente sorpresi dalla calda accoglienza riservata loro dai 2 esperti promoters. La versatilità del sound diffuso da un buon impianto acustico ha fatto il resto.

Eccovi una una selezione di alcuni scatti della serata, che si è conclusa canonicamente alle 04.00 dopo aver toccato picchi di euforia in puro stile Ibizenco. Mi sono veramente divertito e credo di non poter essere considerato un eretico affermando di aver finalmente passato dopo tanto tempo (e qualche anno di lockdown) un sabato veramente Di Origine Controllata..

 

 

 

 

 

Rate this blog entry:
9