2Picture

2Picture MediA NEWS

30
Ott

La Grolla D´Oro - Premio Internazionale d´Arte

Posted on in News
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 1265

Il mese scorso sono stato invitato a partecipare alla "Grolla d´oro" per la sua 43a edizione. È un premio nato da un'idea dello scrittore Giovanni Comisso e del pittore Luciano Gasper. Con mia grande sorpresa ho vinto il primo posto per il Photograhy award ed è per questo che volevo condividerlo con voi.

LA GROLLA D´ORO

Quando ho ricevuto la telefonata di Massimo Zanta (presidente di "Art Way Gallery") Sono rimasto un po' sorpreso perché non avevo mai sentito parlare di questo premio quindi non sapevo cosa pensare.. Ho deciso di partecipare per la sezione Fotografia con un'immagine che ho scattato qualche anno fa a Stone Town (Zanzibar).

La "Grolla d´oro" prende vita negli anni ´60 grazie a Luciano Gasper un poliedrico artista trevigiano (scomparso nel 2005) insieme a Giovanni Comisso, artista purosangue, vorace di avventure, avido di vita, assolutamente moderno e classico allo stesso tempo. È un premio che comprende 3 discipline, Fotografia, Scultura e Pittura. Dal 2010 è quasi scomparso dalle "scene" per rivivere grazie al lavoro dell'Organizzatore Massimo Zanta e del Presidente Jader De Longhi.

VILLA CONDULMER

UNA LOCATION PRESTIGIOSA

Villa Condulmer, situata nella campagna trevigiana adiacente a Venezia, è una villa veneta la cui datazione esatta rimane incerta. L'edificio, tutelato dal 1930, è oggi sede di un hotel. Fu la famiglia Monti che, nel 1959, trasformò l'antica dimora in albergo, consegnandola all'allora imprenditore della ristorazione gourmet Alfredo Beltrame, titolare della catena di ristoranti El Toulà in tutto il mondo.

Per questa edizione, il 1° ottobre 2022, questo è stato il luogo in cui sono state presentate tutte le opere, con un gran numero di partecipanti in tutte le discipline. In serata sono stati premiati gli artisti vincitori e con mia grande sorpresa ho avuto la fortuna di ottenere il primo posto per la Fotografia.

FLYING KID OF FORODHANI

È il titolo che ho dato all'immagine che ho selezionato. È incredibile come la fotografia possa spesso essere per il 10% tecnica e per il 90% fortuna. Mescola questo con alcuni preziosi consigli di buoni amici e il gioco è fatto. Sulle rive di Stone Town un gran numero di ragazzini si raduna ogni sera per lanciarsi dal pontile davanti al famoso mercato di Forodhani. I Forodhani Gardens (noti anche come Jubilee Gardens e più recentemente come Forodhani Park) sono un piccolo parco nella storica città di Stone Town, Zanzibar, Tanzania. I giardini si trovano lungo il lungomare principale di Stone Town, proprio di fronte agli edifici più famosi di Stone Town, ovvero la House of Wonders e l'Old Fort.

Il tramonto è il momento perfetto per godersi e sentire la felicità di questi "bambini volanti". È in netto contrasto con i bambini che vedo tutti i giorni per le strade delle città italiane ipnotizzati dai cellulari e dai "social" media. Un momento rinfrescante che sono riuscito a catturare, questo ragazzo sembra un ballerino che salta verso il sole, verso l'oceano e forse verso i suoi sogni. Ho sentito una connessione empatica con lui, proprio in quel momento con le braccia tese e la sua anima aperta all'universo che lo circondava.

Per la mostra e per il premio sono stato aiutato da due miei cari amici, Luba Roshchyna, scrittrice e pittrice, e Diego Gorgi, artista capace di dare vita propria a oggetti semplici. Luba ha scritto una bellissima poesia che Diego mi ha aiutato a incidere con il laser su un pezzo di pelle che fungeva da insolita cornice esaltando lo "spirito" dell'immagine.

Flying Kid of Forodhani

HE WALKS...
HIS LANKY BODY
SWAYING
BARE FEET
LIKE CAT PAWS
STEPPING
SOFTLY...
DOWN TO THE WATERFRONT
HE GOES
SUN SETTING
PEACEFULLY
THERE
WHERE CRYSTAL CLEAR
OCEAN
WAITS
HE WALKS
HIS SHOULDERS
WIDE
PROUD SPRING
IN HIS STEP
HE GOES...
TO PLUNGE
INTO THE SUNSET

- LUBA ROSHCHYNA -

 

PALAZZO DEI TRECENTO

Dopo la premiazione tutte le opere sono state portate al "Palazzo dei Trecento" dove la mostra è stata visitabile fino al 12 ottobre 2022. Il Palazzo dei Trecento è stato edificato intorno al 1213 come aula assembleare dei vari organi del libero Comune di Treviso, come testimoniano gli atti notarili che menzionano una Domus Nova Communis. Il Palazzo fu nei decenni sede del Tribunale dei Consoli, luogo di pubbliche assemblee (i concioni), luogo dove il podestà amministrava la giustizia, sede del Maggior Consiglio, detto anche del Trecento, che vi si riuniva anche come suprema assemblea civica (da cui deriva il nome di Palazzo della Ragione)..Palazzo dei Trecento

Per me è stato un traguardo incredibile e una soddisfazione immensa portare quel ragazzo magro e magro proprio nel centro di una città ricca di arte e storia, dopotutto il suo salto è stato un salto anche per me e come ogni cosa nella vita i sogni accadono se corri un rischio... se salti nell'ignoto senza paura, "Orgoglioso, nei tuoi passi..."

 

 

 

 

Se ti piace questa storia ricordati di condividere un po' di amore sociale seguendo la nostra pagina facebook all'indirizzo https://www.facebook.com/2picture o insta @2picture.me  e tieni d'occhio questo spazio per altre novità in arrivo :-)

 

 

 

 

Rate this blog entry:
3